● PREMIO ABBIATI PER LE SCUOLE

Premio Abbiati “per la scuola”
con il sostegno del Comune di Fiesole
in collaborazione con il Comitato Musica Cultura,
il patrocinio della Siem, Società Italiana per l’EducazioneMusicale,
l’adesione di Scuola Musicafestival e di Aslico/Opera domani

 

 


 

I Edizione 2002-3

PROGETTO “SCUOLA CREATIVA”, proposto alla Scuola dell’Infanzia, I Circolo Didattico di Anagni, per l’iniziativa complessiva dei laboratori indirizzati sia bambini di età prescolare sia alla formazione specifica degli educatori.

SCUOLA ELEMENTARE DI VILLANOVA DI CAMPOSAMPIERO, per il gustoso cartellone “Esperienze di canto e voce” elaborato e disegnato dagli scolari.

DANIELA SEGALINI (Scuola media italiana “A. Manzoni”) e LAURA FALLAI (Scuola media tedesca “O. von Wolkenstein”) di Bressanone, per l’ideazione e la realizzazione dell’insolito percorso musicale e multilinguistico “The Blues Brothers” dedicato al musical.

SCUOLA MEDIA “A. MANZONI” DI RUTIGLIANO (BA) per l’ambizioso progetto interdisciplinare “I talenti della creatività” indirizzato all’integrazione tra didattica scolastica e realtà musicali popolari del territorio.

“INCANTI DI ACQUA DOLCE” della Scuola Media di Roveredo in Piano (Pn), per l’originale e accurata progettazione, la lodevole realizzazione collettiva e l’esemplare documentazione audio-visiva.

DIREZIONE DIDATTICA STATALE I CIRCOLO DI APRILIA (LT), per la messa in scena del Pollicino (da H. W. Henze) attuata secondo un ricco percorso interdisciplinare dai bambini delle prime classi elementari con la collaborazione dei tirocinanti dei corsi di Didattica del Conservatorio di Latina.

CIVICO ISTITUTO MUSICALE “A. GANDINO” DI BRA, per la fiaba musicale Camelot, il regno di Artù, prodotta con la partecipazione di tutti gli allievi: dai bambini del Corso Musica Gioco, ai ragazzi dei Corsi di Propedeutica Musicale a quelli dei Corsi avanzati che hanno dato vita al coro e all’orchestra.

 

 


 

II Edizione 2003-4

Progetto “Facciamo Musica”, proposto dalla Scuola dell’infanzia “Davanzati” di Palo del Colle (Ba), per il percorso didattico dedicato alla voce e ai suoni, con la costruzione di originali strumenti musicali realizzati con materiali naturali e la trasformazione sonora di oggetti d’uso.

Progetto “Scrivi un’opera”, realizzato dalla Scuola Media di Ghivizzano-Coreglia Antelminelli (Lu) con “Tutti pazzi per Hilary”: lodevole esempio di esperienza didattica di gruppo che ha incluso l’ideazione del soggetto originale, la stesura del libretto e della partitura, l’invenzione e la costruzione delle scene, la progettazione dello spettacolo e della regia, oltre all’interpretazione strumentale, vocale e scenica del singolare copione.

Progetto “Espressionismo ieri e oggi (dalla vita in gioco a un gioco della vita)”, concepito e eseguito dalla Scuola media Reggenza 7 Comuni di Asiago e dell’Istituto Comprensivo Ungaretti di Costabissara (Vi) per il soggetto fuori del comune e l’intelligente interpretazione spettacolare, compiuta con un lavoro collettivo valido a integrare l’intendimenti didattico con la profondità e l’inesauribile attualità del contenuto.

Progetto “Imparo a suonare” attuato dal IV Circolo “T. Fiore” di Gravina in Puglia (Ba) per la valida integrazione tra canto e utilizzazione delle tastiere mirata a assicurare una semplice alfabetizzazione musicale di base.

 

 


 

III Edizione 2004-5

Progetto “ASCOLTO per comunicare”, dell’Istituto Comprensivo di Marittima di Diso (Le), ideato per favorire con la consapevolezza dei suoni e rumori che circondano i bambini, attraverso originali percorsi quotidiani e creativi, le reciproche capacità espressive e una più naturale interrelazione con compagni gravati da sofferenza psicomotorie.

Progetto “SUONARE PER CAPIRE”, proposto dalla Scuola Elementare di Lumezzane (Bs) in collaborazione con l’Associazione musicale “All’unisono”, per il coraggioso accrescimento degli ordinari indirizzi formativi con l’inserimento sistematico dell’insegnamento base di alcuni strumenti e l’avviamento a una costruttiva prima pratica di musica d’insieme.

Progetto “MusicAmica–C’era una volta il medioevo”, realizzato dalla Scuola Elementare Carducci di Firenze, per l’interessante e insolita esperienza didattica orientata a concretizzare lo studio e la conoscenza dei parametri del linguaggio musicale attraverso un percorso interdisciplinare indotto dall’approfondimento del mondo sonoro, storico e letterario medievale.

“lAboratorio di violino (Violini Young Ensemble)”, impostato dalla Scuola elementare “Vincenzo Caputi” di Bisceglie (Ba), per l’impegno didattico, la capillarità del coinvolgimento scolastico, l’ambiziosa combinazione di educazione musicale tradizionale e indirizzo strumentale specifico.

 

 


 

IV Edizione 2005-6

“Music…ando”, della Scuola Primaria Statale “Gianni Rodari” di San Rocco al Porto Lodi (MI), per l’ideazione di un laboratorio che pur impiegando metodologie didattiche storiche realizza un approdo molto empirico e pratico che porta la musica ai bambini e i bambini alla musica con semplicità, facendo loro apprendere le regole lessicali di base con gioiosa naturalezza.

“Musicbus”, proposto dall’Istituto Comprensivo di Oppiano- Scuola Media Statale (VR), per l’originale ideazione di un software, di utilizzazione didattica intuitiva e versatile, destinato a favorire l’attività concreta di lettura, apprendimento e di esecuzione (individuale e collettiva) della musica.

“MusicA e…”- Viaggio dal centro della musica, realizzato dalla Scuola Media Statale “N. Dizonno” di Triggiano (BA), per l’ingegnoso intreccio di attività laboratoriali per l’inserimento sistematico dell’insegnamento esecutivo di alcuni strumenti didattici e per l’avviamento, insieme agli allievi dei corsi di canto, a una positiva pratica di musica d’insieme.

“Progetto Musica”, attivato dal IX Circolo didattico “P. Ciabatti” di Perugia in collaborazione con alcuni istituzioni musicali cittadine, per l’articolato insieme di attività didattiche, per l’itinerario di approfondimento sul repertorio e di preparazione all’ascolto consapevole.

 

 


 

V Edizione 2006-7

“IL RiTORNO DI DON GIOVANNI” della Scuola “Reggenza Sette Comuni” di Asiago (VI), per la singolarità della riscrittura-continuazione del libretto affidata ai ragazzi da cui è nato un gustoso copione teatrale, poi rappresentato con musiche d’autore eseguite su strumentari didattici.

“DAL FLAUTO MAGICO AL DOPPIO FLAUTO” ideato dalla Scuola Secondaria di I grado “M. Caporaso” di Campoli di Monte Taburno (BN), per l’ingegnosa ricerca didattico-etnomusicologica che ha portato alla conoscenza e illustrazione di preziose tradizioni musicali popolari locali.

“Caro Amadeus. Lettere a Mozart” dell’Istituto Comprensivo Statale “E. Da Piandimeleto” di Piandimeleto (PU), per la simpatica e variegata stesura delle affettuose riflessioni personali, e la garbata documentazione audio.

“IL FLAUTO MAGICO – Viaggio nei luoghi della memoria storica” dell’Istituto Comprensivo “G. Marconi” di Lentini (SR) per l’ambiziosa progettazione didattico-spettacolare che ha coinvolto i laboratori artigianali, teatrali e musicali della scuola e la comunità cittadina nel film-rappresentazione avvenuto in suggestivi spazi monumentali e naturalistici della zona.

“CASA MOZART” della Scuola primaria “G. Falletti” di Barolo di Torino per la professionale realizzazione audiovisiva che ha messo in luce la passione per le moderne tecniche illustrative e narrative, convalidando la schietta complicità emotiva suscitata tra allievi e mondo mozartiano.

 

 


 

VI Edizione 2007-8

“MusicHe, STORIE, CULTURE”, della Scuola Secondaria di primo grado “C.A. Dalla Chiesa” di Reggio Emilia, per la consapevolezza e l’utilità sociale, oltre che per la curiosità musicale del percorso multidisciplinare avviato con metodologia didattica capace di abbinare scoperte di suoni e testi a un pensiero civile forte, dando vita a un processo di autentica integrazione che ha messo al centro del progetto alcune esperienze personali e musicali di studenti di lingua madre non italiana.

“I SUONI DEL PASSAto”, del IV Istituto comprensivo “G.Marconi” di Lentini (SR) per l’originalità della proposta che ha integrato storia locale e documenti dell’ottocentesca banda cittadina, per raggiungere una conoscenza pratica e vissuta degli strumenti musicali.

“IL FLAUTO MAGICO”, della Scuola Secondaria di primo grado Frattini-Barbieri-Cavalcaselle di Legnago (VR), per l’ideazione e la realizzazione del laboratorio “Progetto Mozart”, che ha guidato gli allievi alla messa in scena di una rielaborazione dell’opera e rappresentata con varie tecniche teatrali, danza animazione scenica con ombre, burattini e lanterne magiche.
PREMIO “MOZART PER LA SCUOLA”

“ORCHESTRA GIOVANILE DA CAMERA tOLSTOJ”, dell’Istituto comprensivo Statale “Tolstoj” di Milano, esempio di come lo strumentario didattico Orff se praticato con serietà possa ancora essere un tramite insostituibile, e di qualità gratificante per chi lo suona, per avviare alla conoscenza della musica e all’esercizio del suonare insieme: in formazione orchestrale come in piccole formazioni cameristiche.

“IL SAPONE DI MARSIGLIA” della Scuola media statale Galilei-Vinci di Grosseto, per l’impegno didattico e teatrale, e la vivacità dell’esecuzione “da” Rossini rielaborato in musica e libretto, che testimonia la qualità delle scuole a indirizzo musicale, soggetti formativi e culturali di notevole importanza, che andrebbero moltiplicati in ogni regione.

 

 


 

VII Edizione 2008-9

“INSEGNARE LA MUSICA GIOCANDO AL TEATRO” – Scuola Primaria “E. Tiboni” di Brescia. Percorso-sperimentazione multidisciplinare che ha conformato l’aspetto ludico e la spontanea vocazione gestuale, ritmica, melodica e improvvisativa dei bambini alla conoscenza della disciplina teatrale: coinvolgendo esperti dei vari campi espressivi, rilevando l’uso funzionale e ‘scenico’ delle musiche, ideate e eseguite (o cantate) dagli stessi ‘attori’.

“ANCHE GLI ALBERI PIANGONO” – Istituto Comprensivo “F. T. Baracchini” di Villafranca in Lunigiana (MS). Realizzazione in forma di musical di un lavoro di gruppo che ha integrato canto, recitazione e inserti strumentali dal vivo su canovaccio narrativo concepito dagli allievi per esporre e motivare, come già nel titolo, un esplicito e attuale pensiero ecologico-naturalistico.

“eco Musical” – Scuola Secondaria di primo grado “P. Valussi” di Udine. Inedita opera didattica (testo di Chiara Spessot, musica di Virginio Zoccatelli e Daniela Bon), ideata e realizzata all’interno d’una significativa collaborazione scolastico-produttiva e artistica su progetti affini, che da anni associa al lavoro degli insegnanti di educazione musicale e di teatro l’intervento di giovani allievi strumentisti e compositori del locale Conservatorio.

“ACCADEMIA ORGANISTICA Giacomo insanguine” – Scuola Secondaria di primo grado “G. Galilei” di Monopoli (BA). Corso di organo istituito a fianco della normale attività di educazione musicale, per incoraggiare la conoscenza dello strumento: offrendo l’opportunità di suonare su alcuni organi storici altrimenti silenti nelle chiese cittadine, e preparare i ragazzi all’eventuale ammissione a una scuola musicale.

 

 


 

VIII Edizione 2009-10

“Moscon d’oro – L’eredita’ di nonna elisa” – Direzione didattica I Circolo-Plesso “Valchiusa” di Pescia (Pistoia). Poetico e utile progetto di raccolta e catalogazione del repertorio di filastrocche e canzoni popolari del passato, analizzate e studiate come avviamento al canto collettivo, alla conoscenza e pratica della sintassi musicale di base, oltre che come momento di conservazione di tradizioni familiari altrimenti perdute.

“L’OPERA LIRICA TRA I BANCHI DI SCUOLA – cAVALLERIA RUSTICANA” – Scuola secondaria di II Grado “San Domenico Savio” di Molfetta (Bari). Articolato itinerario interdisciplinare tra musica e letteratura, con realizzazione dell’opera di Mascagni in forma scenica, secondo una riduzione della partitura a misura di formazione scolastica, ma con un orecchio di riguardo alla grande tradizione bandistica locale.
“T BAND” – Scuola Secondaria di I Grado “4 Novembre” di Torviscosa (Udine). Da quattro anni il laboratorio musicale ha creato un’orchestra di flauti dolci con repertorio variegato: a dimostrazione che l’utilizzazione a fine ludico di questo spesso biasimato strumento didattico, può essere ancora un buon modo per avvicinare i ragazzi al far musica insieme.

“LA NOSTRA ETA’: SOGNI E PAURE DI NOI RAGAZZI TRA ORIENTE E OCCIDENTE” – Istituto comprensivo statale “G.Falcone di Cascina (Pisa). Tra teatro e musica, e con forti riferimenti di attualità nella scelta dei testi commentati musicalmente, il lavoro sfrutta con libertà le finalità propedeutiche e strumentali per insegnare ai ragazzi il valore educativo e sociale della musica nelle collettività metropolitane di oggi.

 

 


 

IX Edizione 2010-11

“VOCECANTO”
Primo Liceo Artistico Statale – Torino. Progetto di socializzazione ludica attraverso musica, canto e movimento di allievi diversamente abili provenienti da diversi licei, impegnati nel canto e nell’uso di strumenti armonici e delle percussioni.

“PEZZETTINO”
Scuola primaria “D.Alighieri” – Mirandola (MO). Simpatico percorso interdisciplinare, tra musica proposta con gli strumentari scolastici, semplici giochi poetici, piccole tecniche d’arte e di teatro, alla scoperta della narratività del ritmo e delle rime.

“MALEDETTO SIA COPERNICO”
Istituto Comprensivo di Calsalgrande (RE). Sofisticato itinerario poetico-letterario alla scoperta dell’attualità del pensiero scientifico, corredata dall’esplorazione del repertorio musicale rinascimentale sia attraverso l’indagine storica sia attraverso l’esecuzione di alcuni brani adattati all’ordinario strumentario didattico.

“ORCHESTRA GIOVANI”.
Scuola Media Statale “Luigi Pietrobono” – Frosinone. Ampio “accordo di rete a indirizzo musicale” che ha coinvolto scuole primarie e secondarie nell’istruzione e costituzione di orchestre e cori, tra cui è stato selezionato un complesso giovanile stabile, frutto di un progetto pluriennale destinato a integrare l’offerta musicale pubblica sul territorio.

 

 


 

X Edizione 2011-12

“PICCOLI TALENTI…ALL’OPERA”
Direzione Didattica Statale “Ragusa Moleti” – Palermo. Progetto triennale delle classi elementari indirizzato alla pratica pluristrumentale, con l’istituzione di un ensemble di strumenti didattici per l’avviamento dei bambini alla musica d’assieme.

“MUSICA E AUTISMO”
Scuola primaria “Via dei Boschi” – Nerviano (Milano). Rielaborazione gestuale e cantata di semplici azioni collettive che ha favorito l’apprendimento dei fondamenti del linguaggio musicale, la spontanea integrazione e la reciproca affettività scolastica.

“IL MUSICISTA DAL ‘700 AD OGGI”
Scuola Secondaria di secondo grado “Carducci” – Bari. Originale ideazione pratico-didattica che sfrutta in modo propedeutico, e storico-critico, il repertorio ordinario di trascrizioni per complesso di soli flauti dolci nelle diverse taglie.

“COME Potevamo Noi CANTARE?”
Istituto Comprensivo – Scuola secondaria di primo grado – Casalgrande (Reggio Emilia). Percorso-spettacolo di esplicito proposito formativo e civile, che intreccia testi e immagini di Resistenza e Deportazione con esecuzioni di musiche distintive, orchestrate per organici didattici.

“La BOUTIQUE FANTASQUE”
Istituto Comprensivo “Italo Calvino” – Alliste e Felline (Lecce). Impegnativa ideazione e realizzazione teatrale, in collaborazioni con altre scuole locali, che ha coinvolto oltre duecento bambini e ragazzi portando alla creazione di un’orchestra d’istituto e di un coro.

 

 


 

XI Edizione 2012-13

GOTIS DI ROSADE”
Istituto comprensivo di Cordovado (Pordenone)
Rielaborazione di canti e filastrocche friulane, allo scopo di progettare con i bambini un percorso didattico-musicale utile a prendere confidenza con alcuni parametrici melodici, armonici e ritmici di base attraverso il recupero del patrimonio popolare ‘in lingua’.

“BRIMBORIUM!”
Scuole primarie Ungaretti, Ugolini, Don Milani – Brescia
Corso-laboratori di teatro-danza-musica che ha coinvolto e collegato numerose classi e scuole, finalizzato alle prove e alle rappresentazioni di un’opera di teatro musicale contemporaneo in collaborazioni con varie istituzioni locali.

“ALLA SCOPERTA DEGLI STRUMENTI MUSICALI”
Istituto Comprensivo di Fagagna (Udine)
Itinerario concepito per un territorio e una popolazione scolastica ampia e differenziata, indirizzato a favorire la conoscenza anche pratica degli strumenti attraverso esercitazioni attive e passive, non solo musicali, distribuite e coordinate nei tre diversi gradi scolastici.

“BACKSTAGE”
Direzione Didattica Statale “Ragusa Moleti” – Palermo
Percorso didattico ibrido, destinato prima ai docenti poi agli allievi, orientato alla scoperta delle componente ritmica tramite la realizzazione di improvvisazioni e ‘racconti’ affidati al linguaggio del corpo e alla ‘musica’ di piccoli gruppi d’assieme di strumenti percussivi.

 

 


 

XII Edizione 2013-14

“CON LA MUSICA NEL CUORE”
Scuola per l’Europa – Parma
Prezioso e organico percorso di apprendimento, conforme ai parametri didattici europei, di nozioni elementari di lettura e teoria del linguaggio musicale e strumentale, e alla formazione di un ampio e consapevole gruppo corale con bambini del ciclo materno e delle prime classi delle primarie.

“SEGNI NEL CIELO”
Scuola secondarioa di I grado “G.Mazzini” – Livorno
Progetto interdisciplinare (scrittura collettiva, disegno e scultura, didattica della composizione, ricerca letterarie e musicale, rielaborazione digitale di immagini) che ha interessato diverse classi, impegnando la musica in uno rappresentazione di singolare concezione e costruzione.

“SHIBUYA”
Istituto d’Istruzione Superiore “G.Bruno” – R. Franchetti” – Venezia Mestre
Laboratorio sperimentale di carattere multidisciplinare che con originale combinazione di creatività visiva e sonora ha portato all’ideazione, scrittura e realizzazione di un percorso a tema dal quale è stato ricavato uno spettacolo didattico di forte vitalità scientifica e immaginativa.

Have your say